La scienza dei senolitici: come una nuova pillola potrebbe significare la fine dell’invecchiamento

La scienza dei senolitici: come una nuova pillola potrebbe significare la fine dell’invecchiamento

La scienza dell’estensione della vita è un argomento di morboso fascino, che evoca il congelamento criogenico dell’immagine di vecchi miliardari. Ma immagina se esistesse una pillola in grado di respingere il processo di invecchiamento, una medicina che potrebbe sottrarre fragilità, artrosi, perdita di memoria, degenerazione maculare e tumori che affliggono la vecchiaia.

Potrebbe accadere, con la scienza dei senolitici: un’area emergente, e molto attesa, della medicina anti-invecchiamento. Molti dei migliori gerontologi del mondo hanno già dimostrato le possibilità negli animali e ora stanno iniziando studi clinici sull’uomo, con risultati promettenti. Se gli studi continuano ad avere successo come sperato, quelli che sono attualmente di mezza età potrebbero diventare la prima generazione di vecchi che rimangono giovani più a lungo.

La maggior parte degli scienziati che studiano la longevità si preoccupano più di prolungare ciò che chiamano “salute” che di durata della vita: vale a dire, aiutare le persone a invecchiare con meno dolore e malattia, con una migliore qualità della vita. Non solo questo andrebbe bene per gli anziani, ma in questi tempi di popolazione anziana in forte espansione in tutto il mondo, sarebbe ottimo per le economie e per il welfare.

Naturalmente, i rischi di malattie che aumentano con l’invecchiamento sono aumentati dalla vita sedentaria, dall’alcolismo e dalla cattiva alimentazione. I medici raccomandano, insieme a una dieta sana, “di ridurre la quantità di proteine animali che consumi – puoi mangiare carne ma idealmente forse una volta alla settimana, al massimo”. “Idealmente la proteina dovrebbe provenire dalle verdure e non dalla carne.”

Proprio come è stato dimostrato che l’obesità aumenta il carico delle cellule senescenti nei tessuti, l’esercizio fisico può ridurlo.

Quindi alcuni segni sono promettenti e il potenziale è enorme, ma molto rimane ancora sconosciuto sui senolitici per l’invecchiamento. Ci sono studi clinici in cantiere, con i farmaci per l’artrosi che aprono la strada, ma una pillola efficace accessibile a tutti non è certamente imminente.

holyghostpro

Antropologo informatico, Trauma Nurse, memetista, influencer, blogger, editor e ghostwriter. Studio Management Delle Associazioni Sanitarie. Scrivo testi gratuiti per editori online.
Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: