realpolitik: L'ITALIA AUMENTA LA COOPERAZIONE CON L'EGITTO NELLA PRODUZIONE DI ARMI

realpolitik: L'ITALIA AUMENTA LA COOPERAZIONE CON L'EGITTO NELLA PRODUZIONE DI ARMI

L’ambasciatore italiano in Egitto, Giampaolo Cantini, ha incontrato il ministro del Cairo per la produzione di armi, il generale Mohamed Said El-Assar, discutendo delle strategie per aumentare la cooperazione tra i due paesi.

Più nello specifico, durante l’incontro, i due hanno avuto l’occasione di evidenziare i legami che Italia ed Egitto hanno in diversi settori, con particolare attenzione all’industria della difesa e civile.

A tale proposito, i due funzionari hanno ricordato che l’Egitto ospita diverse industrie manifatturiere italiane e che quelle della difesa svolgono un ruolo importante, come Rheinmetall e Unical.

In questo contesto, l’Egitto ha annunciato che la sua strategia per la produzione di armi include il rafforzamento della cooperazione con attori e società internazionali in modo che sia possibile aumentare la produzione e il commercio di tecnologie moderne, una caratteristica chiave del settore industriale della produzione di armi. L’obiettivo finale, secondo il ministro egiziano, è quello di fornire prodotti di alta qualità a prezzi bassi, in modo che possano raggiungere più paesi africani e del Medio Oriente.

Gli investimenti italiani in Egitto, in particolare nel settore della difesa, sono considerati, secondo l’ambasciatore italiano, un mezzo per aumentare le relazioni tra i due paesi. Il rafforzamento dei loro legami, come dichiarato da Cantini, è un passo necessario per garantire una migliore risposta alle sfide che caratterizzano la regione nordafricana.

Inoltre, il 20 dicembre l’Italia ha partecipato al Forum economico italo-egiziano, dedicato al rafforzamento delle relazioni economiche tra i due paesi. In quell’occasione, il ministro egiziano del commercio e degli appalti, Ali El-Moselhy, ha rivelato che l’Egitto ha l’obiettivo di aumentare la bilancia commerciale con l’Italia.

L’Italia e l’Egitto hanno forti legami commerciali. Secondo quanto rivelato dall’ambasciatore italiano, l’Italia è il primo partner commerciale per l’Egitto e i principali settori coinvolti sono il tessile, il petrolio e il gas.

Il 2 aprile, il governo italiano ha pubblicato un rapporto sulle esportazioni e le importazioni di armi italiane. Per quanto riguarda l’Egitto, i rapporti hanno rivelato che il Cairo nel 2018 ha acquistato oltre 69 milioni di euro di armi e munizioni dall’Italia. L’importo era indubbiamente superiore a quello dell’anno precedente, quando l’importo totale delle vendite in Egitto era di 7,4 milioni di euro. Inoltre, nel 2016 l’Italia ha venduto 7,1 mila euro all’Egitto in armi, munizioni e sistemi di sicurezza delle informazioni. Infine, dal 2013 al 2015, il maggior numero di vendite di armi in Egitto è stato di 37,6 mila euro, ancora inferiore a quello attuale.

Secondo il rapporto, l’Egitto acquisisce principalmente pistole e fucili da caccia, insieme a bombe, siluri, missili a razzo, accessori e pezzi di ricambio per armi americane ma fabbricati in Italia. Inoltre, l’Italia vende anche in Egitto alcune apparecchiature elettroniche e software impiegati nel controllo della regione. I destinatari di tali capacità sono generalmente i militari, la polizia e le agenzie di sicurezza. Tuttavia, l’acquisizione di sistemi tecnologici e informativi è stata un nuovo elemento delle relazioni italo-egiziane.

holyghostpro

Antropologo informatico, Trauma Nurse, memetista, influencer, blogger, editor e ghostwriter. Studio Management Delle Associazioni Sanitarie. Scrivo testi gratuiti per editori online.
Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: