In principio dovevamo curare, poi a furia di parlare è successo qualcosa

In principio dovevamo curare, poi a furia di parlare è successo qualcosa

In principio dovevamo curare, eravamo medici, infermieri c’avevamo da fare tra Lepanto, Salerno e la sua Scuola e la “Care of Sick Gentlewomen di Londra”. Avevamo il giuramento di Ippocrate, la voce delle diaconesse luterane di Düsseldorf, e tutto sembrava andare per il verso giusto.
Il popolo cominciava a sentirsi curato, i soldati non venivano lasciati sul campo di battaglia agonizzanti per giorni, e tutto filava per il meglio. Così succede ancora, almeno negli altri paesi, ma in Italia qualcosa deve essere andato storto, lost in translation…

O forse il semplice e comune vizio, di una Italia che non esiste
Il nemico del mio nemico è il mio amico, si dice; ed in Italia di bandiere cambiate ne sappiamo qualcosa, con i nostri campanili, comuni e signorie. La sanità fa gola e anche se con le briciole, tutti cercano di ingozzarsi anche con una singola, povera, putrida marketta…

Ma torniamo alla nostra Storia, c’era da fa’, da curà tanta ggente e nessuno si faceva caso alle differenze: medici, infermieri, donne, uomini, transi, neri, giallo o purtoppamente bianchi.

Ma i medici dissero ad un certo punto “no, di bianchi ci siamo solo noi, e pure col camice”, ed all’uopo si inventarono la loro Pizza, i loro ordini (non uno ma tre) ed il sindacato/i: SMI, StaSi, Cippo, SnaPi, FImoSI, KGB e via dicendo (stanno ancora secedendo da loro stessi), per non parlare degli organi di stampa; si ricordano i memorabili: Dica 69, Sono 3 Piotte, e Quotidiana Insanità, loro un po meno secedenti
A quel punto anche gli infermieri si dissero,” se voi c’avete il camice noi c’avemo le casacche colorate”, e si strutturarono anche loro in Albo, ma subito da Pisa si sollevò il grido “arifamose er codice” (antichi testi riportano la frase in pisano, andata purtroppamente persa) e si inventarono di sana pianta un sindacaro, allitterazione voluta o meno del termine inglese (lost in translation ricordate?); poi venne l’Up, il Down, Il Dawn ed il Claun. Stessa sorte per gli organi di stampa, DailyNurze, NurzeTmz, Nurze7/24 e via discorrendo, loro ancora secedenti.

Qualcuno tentò l’ unificazione delle sigle per semplificare le cose, finendo però con il creare altre sigle, contribuendo così ad una perfetta de-semplificazione: e quindi via libera al fiorire di accademie, luoghi di culto, studioli, pronai, peristili e peri-patetici: ASIMAancheNO, MYSalute (certo, facciamo mea culpa), tutta la famiglia degli Slow e i vari 2.3.4.5^n.0, Avvocature, Centurie, Falqangi, Legalforensi e “come fosse Antani come se piovesse”, se ce ne siamo scordati qualcuno è perche sono un pò tantini…

E la secessione continua…
Egalitè, Separitè, Mercifichè!

PS: Nessuna sigla è stata maltrattata per la scrittura dell articolo, I marchi appartengono ai rispettivi proprietari (almeno fuori da Facebook), l’autore dell articolo ha eseguito un rituale Seppuku (切腹) per auto eliminarsi.

holyghostpro

Antropologo informatico, Trauma Nurse, memetista, influencer, blogger, editor e ghostwriter. Studio Management Delle Associazioni Sanitarie. Scrivo testi gratuiti per editori online.
Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: