Le teorie della giustizia, di John Rawls e Norman Daniels, applicate alla salute

Le teorie della giustizia, di John Rawls e Norman Daniels, applicate alla salute

Secondo John Rawls, “ogni persona ha un’inviolabilità basata sulla giustizia, che anche il bene comune della società non può abrogare. Pertanto, in una società giusta, i diritti garantiti dalla giustizia non sono oggetto di negoziazione politica né vengono calcolati nel calcolo degli interessi sociali ”.

Questo è il libro in cui Rawls cerca di spiegare queste idee, che, a suo avviso, esprimono le nostre convinzioni intuitive sul primato della giustizia. I principi di giustizia che propone sono quelli che qualsiasi persona libera e razionale accetterebbe se si trovasse in una posizione iniziale di uguaglianza.

Da quando è stato pubblicato per la prima volta nel 1971, Una teoria della giustizia è stata tradotta in 23 lingue. Dal 1975, le traduzioni includevano revisioni fatte dall’autore all’originale in inglese. La nuova edizione inglese, che è servita come base per questa traduzione, incorpora tutte queste revisioni, che, secondo l’autore, hanno migliorato significativamente il libro, soprattutto nelle parti che trattano di libertà e beni primari. 

Nella prefazione all’edizione rivista, tali revisioni sono discusse in dettaglio.

Claudio Torbinio

Antropologo informatico, Trauma Nurse, memetista, influencer, blogger, editor e ghostwriter. Studio Management Delle Associazioni Sanitarie. Scrivo testi gratuiti per editori online.